Woman in gold

L’anziana Maria Altmann, scopre che il governo austriaco sta restituendo ai legittimi proprietari o agli eredi le opere d’arte rubate dai nazisti. Maria vuole che le si restituisca la celeberrima opera di Klimt “Ritratto di Adele Bloch-Bauer”, la sua bellissima zia. 

Genere: Drammatico
Regia: Simon Curtis
Cast: Helen Mirren, Ryan Reynolds, Daniel Brühl
Anno di uscita: 2015
Durata: 109′
Lingua originale:

Tematiche:

Consigliato per:

Materiali didattici:

Questo contenuto è riservato agli iscritti a Cinemainclasse, se hai già aderito vai al login, altrimenti compila il form per ricevere ulteriori informazioni

Sinossi

Uno dei dipinti più famosi d’Austria, Ritratto di Adele Bloch-Bauer di Gustav Klimt, è detenuto dallo stato indebitamente, in seguito al sequestro operato dai nazisti ai danni dei legittimi proprietari, una famiglia ebrea. Alla fine degli anni ‘90 la morte di una delle due sorelle ultime eredi della stirpe, fa scoprire all’altra l’esistenza di una lotta per riavere il quadro, proprio in coincidenza con la decisione dello stato austriaco di inaugurare una politica di restituzione delle opere d’arte rubate dai nazisti. Determinata a riavere il quadro come forma di risarcimento per tutto quello che lei e la sua famiglia hanno subito dagli austriaci, Maria Altmann, da decenni residente in America, si reca in loco con un avvocato e scopre che in realtà lo stato non vuole assolutamente dare via il suo quadro più importante. Parte così una battaglia legale di Davide contro Golia.

Ricorrenze

Questo contenuto è riservato agli iscritti a Cinemainclasse, se hai già aderito vai al login, altrimenti compila il form per ricevere ulteriori informazioni

Curiosità

Anche se nel film non viene menzionato, Adele Bolch-Bauer era la zia biologica di Maria Altmann: era infatti la sorella di sua madre. Sia Ferdinand che Adele, quindi, erano gli zii biologici della protagonista.

Galleria

Trailer